EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE



Un vaso, mille usi: le varietà di piante artificiali di design



 

fiori e piante design

 Le piante artificiali per ogni occasione

Quando si pensa alle piante artificiali molto spesso tornano alla mente alcuni prodotti antiquati, che si rovinano con la luce solare e che mostrano in modo evidentissimo la loro totale mancanza di somiglianza con gli esemplari reali. Oggi sono invece disponibili piante artificiali molto realistiche, che permettono di dare un tocco di verde a qualsiasi ambiente; in alcuni casi si possono utilizzare anche fuori casa, a simulare una siepe o un palmizio.

I vantaggi di avere una pianta artificiale rispetto ad una vera sono molteplici, soprattutto in alcune situazioni o per chi non ha possibilità di prendersi cura di un essere vivente. Una bella pianta artificiale è resistente al trascorrere del tempo, non si rovina se esposta alla luce e non necessita di alcun tipo di manutenzione; una pianta vera invece va annaffiata, curata dall’attacco di eventuali parassiti, rinvasata, potata e mantenuta nelle giuste condizioni di illuminazione.

Grazie ai prodotti innovativi degli ultimi anni si può dimenticare tutto questo, pur avendo in casa oggetti esteticamente molto piacevoli e decorativi. Le piante artificiali di design disponibili sono molte, a partire dalle più classiche piante da appartamento diffuse nei vivai: ficus, zamioculcas, camelie, aceri, dracene, croton. Sono diverse le varietà di piante che si prestano ad essere replicate in materiale plastico; i prodotti di migliore qualità sono tanto belli e realistici che per rendersi conto che non sono piante vive occorre avvicinarsi molto e toccarne con mano il fogliame, verde, brillante e rigoglioso.

Per produrre delle piante artificiali molto simili agli esemplari reali è necessario partire da materiali di ottima qualità. I tronchi e i fusti sono infatti prodotti con materiale naturale, trattato in modo da renderlo stabile e inattaccabile dagli agenti esterni e dagli insetti. Le foglie sono montate su strutture in filo metallico, che vanno inserite nei tronchi in modo artigianale, a mano. Solo così è possibile ottenere un effetto naturale: ogni singolo esemplare si differenzia leggermente dagli altri, proprio come avviene con le piante vere che si possono trovare nei garden center.

Sono disponibili anche diversi esemplari da giardino; si tratta di piccoli arbusti, come il bosso o l’acero palmato, o anche di prodotti adatti a schermare la casa e il giardino, come l’alloro o il bambù. Questi prodotti possono essere posizionati all’aperto per tutto l’arco dell’anno, senza temere che la luce e le intemperie li rovinino minimamente, ottenendo un effetto molto realistico.

In commercio si possono trovare anche repliche sintetiche delle più diffuse piante grasse, particolarmente adatte per il decoro d’interni, come l’agave, i cactus dalle forme classiche, la yucca o e diverse varietà di sanseveria.

La manutenzione della piante artificiali è molto semplice e rapida; si tratta semplicemente di pulire periodicamente il fogliame, utilizzando un panno umido, in microfibra. Grazie a questo tipo di trattamento si evita che la polvere si fermi sulle foglie, attaccandosi saldamente. Se la pianta è posta in una stanza dove si cucina, o dove spesso è presente il vapore, la pulizia delle foglie dovrà essere effettuata più spesso, magari anche utilizzando un detergente sgrassante, senza temere che rovini in alcun modo il materiale.